Dove si mette l’anello di fidanzamento e perché si fa questa scelta

Qual è la mano giusta per l’anello di fidanzamento e da cosa deriva questa regola? Quando le cose in amore iniziano a farsi più serie e siamo pronti a fare un passo in avanti nella nostra relazione, spesso entra in gioco l’anello di fidanzamento.

L’anello di fidanzamento è il primo passo verso un impegno più importante, un simbolo d’amore destinato, nella maggior parte dei casi, a trasformarsi in una fede nuziale. Un anello che richiederà cura, molto più di quelle viste per il bracciale Pandora per esempio, perché al contrario di un bracciale o degli orecchini, l’anello di fidanzamento andrà indossato ogni giorno, per rappresentare in ogni istante il legame creato. Non avrà però bisogno di essere disinfettato come capita con la pulizia degli orecchini, quindi l’operazione sarà comunque più semplice.

Dove metterlo e perché

Anello

Quando parliamo di simboli, niente è scontato, neanche la posizione dell’anello. Secondo la tradizione del nostro paese, l’anello di fidanzamento andrebbe portato all’anulare della mano sinistra. Sono tante le teorie che convergono verso la scelta di questo dito e la prima si trova sicuramente nel nome. La parola anulare, infatti, deriva proprio dall’aggettivo che descrive la forma o l’aspetto di un anello.

Stando a quanto dice la tradizione cristiana, l’anulare rappresenta il quarto dito utilizzato dal sacerdote nell’invocazione della santa trinità. Anche gli antichi egizi associavano il quarto dito della mano con il concetto di amore; secondo la loro credenza, nell’anulare scorreva una piccola vena che, risalendo lungo il braccio, arrivava dritta al cuore. Era la cosiddetta vena amoris, un concetto che troviamo anche negli antichi greci e romani. La vena che dalla mano arriva dritta al cuore spiega anche la scelta della mano sinistra invece della destra.

Le spiegazioni che si nascondono dietro alla scelta dell’anulare come dito rappresentante l’amore non finiscono qui. Secondo l’anatomia, infatti, sembra che l’anulare sia il primo dito a formarsi durante lo sviluppo del feto in gravidanza. Insomma, come avrete capito sono davvero tante le spiegazioni che si legano alla scelta dell’anulare della mano sinistra come simbolo di amore e di fedeltà.

L’anello di fidanzamento, in quanto simbolo di amore eterno e infinito, deve rappresentare anche la fedeltà. Anche quest’ultimo concetto è alla base della scelta dell’anulare sinistro come posizione per portarlo. Per capire meglio questo concetto, vi invitiamo a fare un piccolo esperimento.

Unite le vostre mani, assicurandovi di tenere le dita medie rivolte verso il basso. A questo punto potete notare che tutte le dita della vostra mano riescono tranquillamente a separarsi, tranne gli anulari: quest’ultimi restano uniti, proprio come se ci fosse una forza più potente a tenerli insieme. Come potrebbe questo non rappresentare la fedeltà e l’unione?

Ovviamente, la posizione dell’anello di fidanzamento è solo indicativa. Non esistono regole e ogni donna o uomo può decidere di indossare il simbolo del suo amore dove meglio crede.

Nel resto del mondo

Anello di fidanzamento

In Italia è ormai tradizione indossare questo gioiello nell’anulare della mano sinistra, ma come accade per tutte le usanze, ogni paese del mondo ne ha una diversa. Qualche esempio? In Norvegia, Spagna (tranne che in Catalogna), Polonia, Ucraina, Colombia, Ungheria, Grecia, Austria, Russia e Danimarca la fede (e prima l’anello di fidanzamento) si portano sempre all’anulare, ma a quello della mano destra.

Anche la scelta del dito non è uguale in tutto il mondo. Durante i matrimonio ebraici, ad esempio, l’anello si porta sull’indice della mano destra, per poi spostarlo sull’anulare della sinistra a fine cerimonia. In India, invece, le fedi si portano anche nelle seconde dita dei piedi, gli illici. Altro esempio è la Svizzera, che ha delle regole ancora diverse. In questo Paese l’anello di fidanzamento si porta nella mano destra, mentre le fedi simbolo del matrimonio in quella sinistra.

In Italia accade esattamente il contrario. L’anello di fidanzamento va nella mano sinistra, per poi spostarsi nella destra quando arriva il momento di indossare la fede a sinistra. Ci sono poi molte donne che scelgono di portare l’anello di fidanzamento nello stesso dito della fede e proprio per questo ormai sono tantissime le aziende di gioielli che producono anelli che si sposano alla perfezioni con le fedi.